Festa del Popolo Veneto, ecco le scuole vincitrici

IMMAGINE2015 300x117 Festa del Popolo Veneto, ecco le scuole vincitrici

Alla Scuola Grande di San Giovanni Evangelista mattinata di festa per centinaia di studenti che hanno celebrato la “Festa del Popolo Veneto” arrivando da tutte e sette le province della regione, ma anche dalle comunità venete di Croazia e Slovenia per le premiazioni del Concorso “Tutela, Valorizzazione e Promozione del Patrimonio Linguistico e Culturale Veneto”, realizzato dall’Unione delle Pro Loco del Veneto con la Regione e l’alto patrocinio del MIUR. In questa edizione sono arrivati ben 182 progetti (contro i 150 dell’edizione 2014) e hanno partecipato 124 istituti scolastici (erano 116 lo scorso anno), di diverso ordine e grado, dimostrando come sia vivo il desiderio di identità e di appartenenza alle proprie comunità e il legame con la propria storia. Trentasette i progetti (presentati da una o più classi) premiati oggi con borse di studio. Tre gli ambiti del concorso che hanno visto 13 scuole aggiudicarsi il primo premio (1.200 euro). Protagonista il dialetto veneto, con le varie declinazioni locali, ma anche i prodotti tipici, dal radicchio trevigiano alla castradina veneziana, e poi la storia, quella vera (come la riflessione sulla Grande Guerra), e quella leggendaria delle vallate bellunesi.

 

AMBITO 1: TEATRO, MUSICA, POESIA

Scuola dell’infanzia Gastone Marchiori, Lusia (ROVIGO), teatro con: “Insieme…verduriamo”

Scuola “L.Da Vinci” di Buie-Buje (CROAZIA), teatro con: “La vera storia di…”

Istituto comprensivo statale di Borgoricco (PADOVA), treatro: “Xe ora de vivare”

Primaria “Ronchi” Vallada Ag. (BELLUNO), musica: “Gira gira le stagion, proverbi e filastrocche in musica”

Scuola Elementare italiana “B.Benussi” Rovigno (CROAZIA), poesia: “Guardandome intorno”

 

AMBITO 2: RICERCA STORICA ED ENOGASTRONOMICA

Scuola superiore italiana “D.Alighieri”, Pola (CROAZIA), ricerca storica: “Su e zo per Pola Venesiana”

ISI “L.Da Vinci”, Cerea (VERONA), ricerca storica: “I veneti e la grande guerra”

IC“D.Bertolini”, Portogruaro (VENEZIA), Ricerca storica: “Mistero a Portogruaro: i pennelli gemelli”

Scuola elementare italiana “G.Martinuzzi”, Pola (CROAZIA), enogastronomia: “Cucando tra le pignate”

IC Quinto di Treviso (TREVISO), enogastronomia: “Il radicchio: fiore della tradizione trevigiana”

ISI “F. Algarotti” VENEZIA, enogastronomia: “Sapori venesiani, la castradina”

 

AMBITO 3: LEGGENDE E MISTERI

Scuola primaria “T.L. Burattini”, Agordo (BELLUNO): “Agort…inte ‘n cadin de mus’ciò”

Istituto Superiore “U.Masotto” Noventa Vicentina (VICENZA): “Il brigante Stella”

 “Ringraziamo la Regione Veneto – ha affermato Fabrizio Tonon, presidente della Pro Loco di Caorle, in rappresentanza dell’Unpli – di cui abbiamo raccolto l’invito a partecipare a questo progetto. Per le Pro loco è la conferma di essere una componente importante della società, con il ruolo di custodi e valorizzatori dell’identità e della cultura. L’obiettivo di questo concorso è dialogare con le nuove generazioni per condividere questo patrimonio: i ragazzi si sono messi in gioco, interpretando con entusiasmo anche il legame con le altre comunità venete d’oltre confine. La numerosa partecipazione delle scuole è il risultato più bello di questo percorso, la dimostrazione che siamo riusciti a trasmettere ai più giovani l’amore per il nostro territorio”. Per il quarto anno l’UNPLI regionale, che riunisce la rete di oltre 500 Pro Loco venete, ha lavorato accanto all’Assessorato all’Identità Veneta della Regione del Veneto per valorizzare nelle scuole della regione, dell’Istria e di Fiume, la ricchezza e la varietà dell’espressione linguistica, delle realizzazioni artistiche, delle leggende, dei misteri e dell’enogastronomia del Veneto

 LA FESTA DI PIAZZA A VENEZIA E CAORLE

La Festa del Popolo Veneto sarà anche una festa di piazza per tutti. Dalle ore 11 alle 15, in San Polo (Venezia), dopo la cerimonia di premiazione, le Pro Loco in rappresentanza delle sette province venete offriranno a turisti e studenti degustazioni delle tradizioni gastronomiche locali (in collaborazione con San Benedetto e Latteria Soligo). La Pro Loco di Corezzola curerà inoltre la rievocazione di antichi mestieri della tradizione contadina veneta. Altro appuntamento in serata a Carole, in località Ca’ Cornioni (Cantina Campo Rimembranze, 10), a partire dalle 18 si potrà assistere ad antichi canti popolari, rievocazioni e degustazioni di prodotti tipici, grazie alla Pro Loco di Caorle. Alle 19, Rita Gusso, che si è aggiudicata il primo premio al concorso nazionale “Salva la tua lingua locale” terrà una lettura di poesie in dialetto caorlotto, alle 20 seguirà il momento conviviale curato dall’Istituto Alberghiero Lepido Rocco di Carole.

Ufficio stampa a cura di Zeta Group srl

Condividi!

About Redazione