Consorzio tutela Radicchio in lutto per la morte di Ettore Ramponi

logo consorzio 300x152 Consorzio tutela Radicchio in lutto per la morte di Ettore Ramponi

Consorzio di Tutela impegnato nella promozione del Radicchio di Treviso IGP

Anche il Presidente Paolo Manzan, assieme ai soci del Consorzio di Tutela del Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP, si unisce al lutto della famiglia per la prematura scomparsa del Prof. Ettore Ramponi.

“Con lui – ricorda il presidente Manzan – il nostro mondo perde una storica figura di riferimento che ha fatto della battaglia per la difesa del nome e la valorizzazione della qualità, una filosofia di vita. A Ettore Ramponi il nostro Consorzio deve molto. Grazie alla sua battaglia appassionata per la difesa della qualità e della tipicità in agricoltura, il Radicchio Rosso di Treviso ha potuto essere il primo ortaggio italiano a potersi fregiare del marchio ad Indicazione Geografica Protetta. Indiscusso il suo contributo nella realizzazione dei disciplinari di produzione e nella promozione a livello internazionale del nome del Radicchio Rosso di Treviso”

“Oggi, come 18 anni fa, quando è nato il Consorzio di Tutela, sapersi distinguere con un nome forte come quello di “Treviso” e grazie alla qualità di un prodotto straordinario, è l’unica via per salvare un territorio e un’intera economia dall’appiattimento e dalla confusione di mercati globali. Se vorremo raccoglie buoni frutti dobbiamo proseguire sul solco tracciato da chi, come Ettore, ha visto e saputo seminare.”

Ufficio stampa a cura di Zeta Group srl, 0422.303042, stampa@zetagroup.tv

 

Condividi!

About Redazione