Domenica 533 Pro Loco del Veneto in assemblea

Si tiene Domenica 25 ottobre a Padova (alle ore 10,00 al Centro Congressi “Luciani”, via Forcellini, 170/A) l’Assemblea Regionale delle Pro Loco del Veneto. Nato nel 1974, il Comitato Pro Loco Veneto, rappresenta la grande regia di una variegato e attivissimo mondo associativo: 533 Pro Loco in Veneto, 7 Comitati Provinciali, 43 Consorzi di area. L’assemblea annuale del Veneto è per migliaia di soci attivi il momento per fare il punto e perseguire nuovi obiettivi. “Le nostre Pro Loco – spiega Giovanni Follador, presidente Unpli Venetorappresentano già il più grande motore di eventi in Veneto, oltre 3mila eventi ogni anno: nessuno come noi riesce a garantire una presenza così capillare sul territorio, indispensabile per la promozione e valorizzazione delle tradizioni locali, delle bellezze artistiche e dei prodotti enogastronomici, anche dei piccoli borghi. Ma partendo da una visione localistica, le Pro Loco venete hanno dimostrato di saper lavorare in rete. Un vero salto di qualità che fa dell’Unpli Veneto un modello tra le Pro Loco italiane. Fare squadra ha significato amplificare le nostre capacità di promozione offrendo proposte di qualità che hanno contribuito alla crescita anche delle più piccole realtà associative. Sono infatti nati festival e rassegne di livello regionale, dove le singole iniziative si inseriscono e trovano la loro forza”.

Il riferimento è al Festival Veneto, Spettacoli di Mistero, primo esempio di progetto di respiro regionale: è appena entrata nel vivo la settima edizione che tocca 57 località con oltre 150 appuntamenti, da ottobre ai primi di dicembre (6mila volontari impegnati e 80mila spettatori attesi). Ma in questo 2015, l’Unpli ha messo in campo altre due iniziative in collaborazione con la Regione Veneto. Come Gusto Veneto il cartellone che per tutto il periodo dell’Expo ha proposto 45 eventi tradizionali legati a itinerari turistici per la valorizzazione dei grandi prodotti DOP e IGP del Veneto, presentandosi anche nelle più importanti località turistiche regionali. Appena iniziato invece, il progetto Cucina la Crisi che, in collaborazione con le associazioni dei consumatori, sta realizzando vere e proprie lezioni di cucina nelle feste paesane per imparare a realizzare i piatti della tradizione gastronomica locali. Sempre più importante anche la collaborazione con le scuole attraverso il Concorso per la Tutela, valorizzazione e promozione del Patrimonio Veneto: il nuovo bando di partecipazione (aperto anche alle scuole italiane in Istria e Dalmazia) scadrà il 30 novembre prossimo. Lo scorso anno sono arrivati 120 elaborati, 70 nati dalla collaborazione diretta tra Pro Loco e scuole.  Perché le Pro Loco sono una forza viva nel tessuto sociale Veneto, anche grazie all’innesto di forze giovani: sono già 60 i ragazzi che stanno svolgendo il servizio civile regionale e nazionale nelle sedi di Pro Loco del Veneto. Il 2015 è stato, infine, l’anno di Veneto.IAT il progetto di formazione turistica che vedrà proprio domenica, nel corso dell’assemblea regionale, la consegna degli attestati a 90 partecipanti.

Una attività sempre più importante – conclude il presidente Follador – cui corrisponde anche un passo avanti sul fronte normativo con l’approvazione della Legge Regionale 34/2014 che ha visto la nascita di un albo regionale dedicato alle nostre associazioni e nuovi criteri per l’assegnazione di contributi”.

Condividi!

About Redazione