Mi Piace di Cuore, con Ascotrade vince lo sport senza barriere

MI piace 300x193 Mi Piace di Cuore, con Ascotrade vince lo sport senza barriere

I vincitori

Si chiude con la premiazione dei vincitori la prima edizione dell’iniziativa Mi piace di cuore. Ideata dall’agenzia Ideeuropee di Treviso, promossa e sostenuta da Ascotrade, azienda trevigiana per la fornitura di gas ed energia elettrica, con la collaborazione del Cip e del Coni del Veneto, Mi piace di cuore ha coinvolto 25 società paralimpiche del Veneto. Queste hanno presentato altrettanti progetti che sono stati oggetto di valutazione di una speciale commissione e del pubblico di Facebook che, nell’omonima pagina (2360 iscritti per una portata di 300 mila unità), ha espresso il gradimento mettendo “mi piace” sulle idee più meritevoli (in tutto 5541 mi piace sui progetti e 1061 condivisioni di contenuti).

Il montepremi messo a disposizione da Ascotrade ammonta a 20mila euro e sarà equamente suddiviso tra le quattro società vincitrici.

La commissione composta dal presidente del Cip del Veneto Ruggero Vilnai, dal presidente del Coni del Veneto Gianfranco Bardelle e dall’atleta paralimpico Pierluigi Pressendo ha giudicato come miglior progetto quello di Vichingo Abilis di Treviso; il contest su Facebook ha invece classificato al terzo posto la Società Arcieri del Castello di Conegliano, al secondo l’A.S.D. Padova Millenium Basket Onlus e infine i primi sono stati i Black Lions Venezia.

“Per Ascotrade l’energia non è solo un prodotto da vendere, ma anche un valore da condividere – afferma Stefano Busolin, presidente di Ascotrade – È questa la caratteristica che ci distingue dai nostri concorrenti: siamo un’azienda partecipata dai comuni, attenta al proprio business e allo stesso tempo a dare risposte al territorio in cui opera. Da qui il nostro sforzo ad esempio sul fronte ambientale, dove siamo impegnati con un innovativo progetto per lo sviluppo della mobilità sostenibile, e il nostro sostegno a tutte quelle iniziative che portano ricchezza alla comunità. Certamente questo progetto realizzato insieme alle autorità dello sport veneto ha un significato unico e speciale: siamo orgogliosi di aver dato il nostro contributo al sogno sportivo di atleti veri, che con i loro valori rappresentano l’energia positiva della nostra società”.

“A meno da un mese dall’inizio delle Paralimpiadi Invernali siamo coinvolti in una premiazione speciale con Mi piace di cuore – aggiunge Ruggero Vilnai, Presidente del CIP Veneto -. Un momento molto significativo, perché è dall’impegno delle nostre società che poi emergono i campioni che si cimentano ai Giochi Olimpici. Qui abbiamo 4 vincitori ma la commissione che è stata chiamata ad esprimersi nella valutazione dei progetti è stata messa in difficoltà grazie alla loro qualità. Posso dirmi fiero, in quanto presidente del CIP Veneto, del movimento e delle persone che con il cuore e la passione si impegnano quotidianamente nei ruoli di atleti, tecnici e dirigenti.”

“In questo periodo non è facile trovare aziende che investano nello sport come ha fatto Ascotrade – conclude Gianfranco Bardelle, Presidente del CONI del Veneto, – quindi ringrazio il presidente Busolin per lo sforzo economico e per l’innovativa iniziativa che ha concretizzato insieme al CONI e il CIP del Veneto. Siamo in piene Olimpiadi Invernali e spesso gli sponsor cercano i momenti di massima esposizione per sostenere lo sport. Mi Piace di cuore va in una direzione diversa e mira a premiare chi progetta con testa e cuore, chi inizia un percorso: il suo valore sociale e intrinseco va molto oltre la pur significativa cifra investita dall’azienda.”

  Progetto A.S.D. Vichingo Abilis Onlus

Treviso – Arrampicata sportiva – 40 tesserati

www.vialvichingonlus.it

Creazione della Scuola di Special Climb (arrampicata sportiva per disabili) prima in Italia, che diventi punto di riferimento e di supporto per la realizzazione di ulteriori “scuole” sul territorio Italiano. Questo comporta la formazione di nuove figure professionali quali aiuto-istruttori, istruttori, giudici, tracciatori e operatori sportivi, specializzati nell’accoglimento delle varie disabilità. E’ fondamentale la stretta collaborazione e l’egida del C.I:P. (Comitato Paralimpico Italiano) Nazionale e del CONI Nazionale (in particolare la Scuola dello Sport) che, assieme alla Scuola possano definire e implementare corsi di aggiornamento e formazione sul territorio. Il traguardo da raggiungere è quello di creare quindi un laboratorio permanente di studio, analisi, ricerca e di riferimento per tutti i soggetti interessati all’attività, anche transnazionali (ad es. creando dei network di scambio comunicativo e di eventi).

È prevista inoltre una sinergia con la Pubblica Istruzione, e quindi con le scuole di ogni ordine e grado al fine di avviare un processo di inclusione sociale e di sport integrato (disabili-normodotati). A tal fine è ipotizzabile il coinvolgendo del Ministero della Pubblica Istruzione e delle Pari Opportunità. Con questo progetto si intende dare alla cittadinanza la possibilità di appoggiarsi ad una struttura che offra opportunità di crescita fisica, intellettiva e creativa. Una palestra, non solo come luogo in cui “allenare” il proprio corpo, ma anche un luogo dove sviluppare capacità intellettive e creative e dove far scaturire attitudini nascoste.

Progetto A.S.D. Polisportiva Terraglio – Black Lions Venezia

 Mestre (VE) – Wheelchair Hockey – 24 tesserati

www.terraglio.com

Nati nel 2011 come squadra di Venezia, i Black Lions hanno visto aumentare di anno in anno il numero dei partecipanti, con una domanda sempre crescente: già nel 2012 si contavano 2 formazioni (Black Lions Seniores e Under 21), entrambe iscritte al campionato della FIWH. Nel 2013 si è così deciso di sdoppiare l’attività secondo le aree territoriali più coinvolte: una a Venezia-Mestre (Black Lions) in Serie A1 e una a Treviso (Treviso Bulls) in serie A2.

Visto che il campionato si svolge su territorio nazionale, e visto che per motivi sia economici che di salute alcuni ragazzi si trovano a volte impossibilitati ad affrontare le trasferte più impegnative, il nostro progetto è quello di trasmettere in diretta web le partite, per consentire a tutti di essere sempre presenti, anche se non fisicamente. Dopo alcuni tentativi “amatoriali” già praticati negli anni passati, infatti, è stato verificato che le partite trasmesse in diretta streaming avevano ampio seguito anche da parte delle altre squadre d’Italia impegnate nello stesso campionato. Per rendere il servizio davvero funzionale, sarebbe dunque necessario l’acquisto di attrezzatura per le riprese ed elaborazione video (telecamera e PC), di un canale su USTREAM e di un abbonamento ADSL mobile per poter riprendere e trasmettere tutte le nostre partite di campionato.

L’obiettivo è di diventare una sorta di “pionieri” nello sviluppo di questo sistema di comunicazione, per poi coinvolgere in futuro anche la FIWH ed essere così in grado di trasmettere addirittura l’intero campionato nazionale, arrivando ad un pubblico potenzialmente internazionale e promuovendo quel messaggio di inclusione sociale tramite lo sport che è il primario fondamento del nostro progetto.

Progetto A.S.D. Padova Millennium Basket

Camposampiero (PD) – Basket carrozzina – 35 tesserati

www.millenniumbasket.com

 

Progetto educativo volto all’inserimento, rieducazione e piena realizzazione di persone disabili attraverso lo sport del Basket in carrozzina. Scopo dell’associazione è quello di coordinare e promuovere l’attività sportiva per i disabili di tutte le età, con l’obiettivo di migliorare i servizi di assistenza e favorire, tramite lo sport, l’inserimento sociale. Le nostre attività sono sia agonistiche che educative, riabilitative, ricreative e culturali portando, con l’aiuto di tutti, il basket padovano in carrozzina ai massimi livelli italiani e continentali.  Avremmo una serie di necessità che possono essere riassunte nei seguenti punti:

-  Acquistare 2 carrozzine da gioco per il minibasket.

- Acquistare attrezzatura (canestri omologati Federazione Nazionale Basket; tabellone segna punti e ventiquattro secondi; materiale per allenamento, come ad esempio palloni ed ausili di vario tipo).

- Realizzare un opuscolo informativo che illustri la disabilità nelle sue varie sfaccettature, dare massima divulgazione nelle Scuole, Centri Riabilitativi e contemporaneamente effettuare dimostrazioni pratiche di ciò che si intende per sport per disabili, ed in particolare del basket in carrozzina, invogliando e coinvolgendo i ragazzi a rendersi promotori di sport e convinti sostenitori.

- Partecipare al Campionato Giovanile di basket in carrozzina che si svolge su tutto il territorio Nazionale, con trasferte lunghe e delle volte con pernottamento in Hotel per Mini Atleti e staff a seguito.

Progetto A.S.D. Arcieri del Castello

Conegliano (TV) – Tiro con l’arco – 103 tesserati

www.arcieridelcastello.org

Acquisto di un arco completo adatto alle prime competizioni che Asia Pellizzari affronterà quest’inverno.

Tuttora Asia nata il 20/10/2001 e appartenente alla categoria Giovanissimi si sta allenando con motivo ed entusiasmo e non vede l’ora di misurarsi con gli altri ragazzi alle prime gare invernali Fitarco del Trofeo Pinocchio e successivamente qualificarsi per i primi Campionati Italiani Para-Archery aperti alle categorie giovanili che si svolgeranno a Zola Predosa (BO) il 15/16 febbraio 2014.

E’ già stata classificata dalla Commissione Para-Archery e sta seguendo un programma di allenamento in collaborazione con Ezio Luvisetto (atleta della squadra Nazionale Para-Archery).

Anche il grande Oscar De Pellegrin ha visionato la ragazza esprimendo apprezzamento per la tecnica acquisita e importanti consensi per un futuro agonistico.

Condividi!

About Redazione