Malanotte d’Estate, il carattere dei vini del Piave si svela sotto le stelle

Le eccellenze del Piave da quest’anno hanno la loro rassegna. La Provincia di Treviso e il Comitato Provinciale delle Pro Loco (UNPLI Treviso) mettono in campo il 5° progetto di marketing turistico. Dopo Primavera del Prosecco Superiore, Fiori d’Inverno, Germogli di Primavera e Delizie d’Autunno, arriva “Malanotte d’Estate”, la rassegna enoturistica che unisce 11 eventi dedicati ai vini del Piave ed ai prodotti agroalimentari e gastronomici di qualità di questo territorio.

05WEB MALANOTTE 2 300x172 Malanotte dEstate, il carattere dei vini del Piave si svela sotto le stelle

In questa 1^ edizione sono 8 i Comuni coinvolti nel progetto (Cimadolmo, Fontanelle, Oderzo, Ponte di Piave, Portobuffolè, Salgareda, Susegana e Vazzola),  tre i Consorzi di Pro Loco (Opitergino-Mottense, Area Coneglianese, Piave e Montello) e diversi gli attori che collaborano alle iniziative: il Consorzio Vini Venezia, il GAL Terre di Marca, il Consorzio di promozione turistica Marca Treviso, la Strada Vini del Piave, la Confraternita del Raboso Piave e la Confraternita degli Incrocio Manzoni.

La Provincia di Treviso ha avviato da tempo un programma di marketing territoriale articolato in aree tematiche per incentivare il turismo. Dagli itinerari eco-museali, alle strade dei vini (la Strada del Prosecco è la più antica d’Italia) e degli altri prodotti tipici. La Marca trevigiana ha ormai metabolizzato il fatto che la vacanza per un turista è un’esperienza composita, frutto di differenti elementi. Da qui l’idea (alla base del Piano Territoriale Turistico) di lavorare sul “prodotto”, ha dichiarato il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro

Sulla scia di quanto già avvenuto con le altre rassegne turistiche, che hanno attestato la loro forza in un movimento turistico di oltre 500.000 persone provenienti dall’Italia e dall’estero, la nuova rassegna “Malanotte d’Estate” punta a coinvolgere feste e mostre dei vini già presenti nel territorio, coordinandone i servizi e l’immagine al fine di rafforzare la potenzialità turistica delle diverse iniziative.

Accanto alle degustazioni e alle serate gastronomiche, saranno approntati itinerari naturalistici lungo il corso del Piave, verranno proposti percorsi alla riscoperta del paesaggio fluviale della Grande Guerra, ci saranno diverse proposte legate alla storia di centri come Oderzo, Portobuffolè, Susegana e il suggestivo Borgo Malanotte nel comune di Vazzola, scelto anche come location del film “Il Leone di Vetro” che verrà presentato in anteprima alla 71^ Mostra del Cinema di Venezia.

Condividi!

About Redazione