CUCINA LA CRISI | A Breda di Pieve (TV) protagonista il baldòn

20160126034044 300x168 CUCINA LA CRISI | A Breda di Pieve (TV) protagonista il baldòn

Le ricette dei nonni tornano a vivere grazie alle Pro Loco del Veneto, i piatti della tradizione parlano alle nuove generazioni, raccontano molto più di semplici ricette, parlano di tradizione e storia locale Come nel caso del “Baldon” il dolce tipico dell’inverno a Breda di Piave la cui storia affonda le radici nei secoli, fino ai tempi della Serenissima. “Per un bo baldonato, ghe vol un ducato” diceva l’adagio locale, ricordando la moneta in uso ai tempi della Repubblica veneziana. All’apparenza sembrerebbe un insaccato e invece il baldon è un sostanzioso dolce cotto a base di sanguinaccio, arricchito da farina, uvetta e zucchero. Una preparazione povera, che sarà illustrata venerdì 29 gennaio nell’ambito della Festa del Baldon alla Sagra di San Paolo realizzata dalla Pro Loco di Breda di Piave. L’evento fa parte del calendario dei 55 appuntamenti di “Cucina la Crisi” il cartellone veneto realizzato da Unpli con Regione e Associazioni dei Consumatori per promuovere la cucina semplice della tradizione, fatta di recupero e gusti genuini. Quest’anno, grazie ai volontari Pro Loco, il baldon è anche entrato nelle scuole medie di Breda per una lezione speciale dedicata ai ragazzi che poi si sono cimentati nel raccogliere storie e ricette locali legate a questo piatto. Domenica 31 gennaio, alle 20,30, nello stand della festa si terrà la premiazione degli elaborati che andranno a partecipare al Concorso Regionale per la valorizzazione della Lingua e della Tradizione del Veneto. Tutte le info e le ricette su: www.cucinalacrisi.it

Per chi fosse curioso di sapere come si realizza il Baldon ecco la ricetta:

Ingredienti per quattro persone:

  • 2 litri di latte,
  • 1 Kg. di farina tipo “00”,
  • 300 g. di uvetta,
  • 4 cucchiai di zucchero,
  • un pizzico di sale,
  • la scorza grattugiata di un limone,
  • un bicchiere di sangue di maiale,
  • budella di maiale.

Preparazione:

In un recipiente capiente mettere il latte freddo, il sale, lo zucchero mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere la scorza del limo­ne, la farina, l’uvetta e per ultimo, sempre mescolan­do con cura, il sangue di maiale. Insaccare il tutto nella budella di maiale e cuocere in acqua bollente per 20 minuti. Dopo averlo fatto asciugare appeso alle stanghe, consumare freddo o appena scaldato sulla piastra.

 

Ufficio stampa Zeta Group srl

Condividi!

About Redazione