Condifesa Treviso sostiene gli studenti del Cerletti con borse di studio

20141217 130220 300x168 Condifesa Treviso sostiene gli studenti del Cerletti con borse di studio

Stamane presso l’Aula Magna della Scuola Enologica Cerletti di Conegliano la cerimonia di consegna delle borse di studio intitolate a  “Flavio Bortolato”, ex direttore del Consorzio scomparso l’anno scorso, da parte del Condifesa di Treviso. Sono dieci gli studenti dell’Istituto Cerletti, che hanno preso parte con profitto, durante la stagione estiva, ai rilievi sulle Ampelopatie (malattie della vite) e seguito e applicato le direttive Comunitarie sulla sostenibilità in viticoltura nell’azienda agricola del prestigioso istituto enologico.

Continua l’ormai consolidato appuntamento, quest’anno arrivato alla decima edizione, voluto dal Presidente CONDIFESA TREVISO Valerio Nadal e dal suo Consiglio di Amministrazione. Alla presenza dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Veneto Franco Manzato, della Preside Damiana Tervilli e di molte altre autorità del mondo che gravita nel settore primario, verranno consegnati i riconoscimenti agli studenti delle classi quinte e seste: Enrico Bortoluzzi, Francesco Callegher, Andrea Cettolin, Manuel Dal Bianco, Enrico Lorenzon, Mattia Mazzonetto, Giovanni Perissinotto, Luigi Stramare, Daniele Vacilotto, Leonardo Zaninotto. Hanno coordinato l’attività di studio il tecnico del Condifesa Treviso Fiorello Terzariol e i professori Ornella Santantonio e Walter Da Rodda.

“Interessanti sono stati gli approfondimenti attuati dagli studenti sull’utilizzo di nuovi prodotti fitosanitari naturali (bioinduttori), sostanze che stimolano la pianta all’autodifesa contro le ampelopatie e che saranno sicuramente gli obiettivi futuri per quanto riguarda la riduzione della chimica – ha commentato il presidente del Condifesa di Treviso Valerio Nadal – Azioni utili anche in vista dell’applicazione delle ultime direttive comunitarie, in particolare la CE 128/2009 recepita dal PAN (Piano di Azione Nazionale Italiano) che, oltre all’attenzione nei confronti della salute umana e tutela dell’ambiente, introdurrà la difesa integrata obbligatoria per tutte le colture agrarie a partire dal 1° gennaio 2015”.

Condividi!

About Redazione