Cibus: Latteria Soligo presenta la rivoluzione laser nella sicurezza alimentare

72soligo 300x176 Cibus: Latteria Soligo presenta la rivoluzione laser nella sicurezza alimentare

Latteria Soligo prima a sperimentare Safetypack, il Laser Food Control System, progetto internazionale di ricerca co-finanziato dall’Unione Europea, che rivoluzionerà gli standard di sicurezza dell’industria alimentare consentendo il monitoraggio dell’atmosfera interna e l’integrità delle confezioni sul 100% della produzione in linea superando l’attuale sistema dei controlli a campione.

Qualità per prodotti perfetti fondata su tradizione e produzioni tipiche, ma anche su innovazione e ricerca. Con queste parole d’ordine Latteria Soligo si presenta per la prima volta al Cibus 2014, 17° Salone Internazionale dell’Alimentazione- Parma 5/8 Maggio (Padiglione 2, stand E/062). La storica azienda che ha il suo quartier generale a Farra di Soligo (TV), forte di un fatturato in crescita (65 milioni di euro nel 2013), con una quota sempre più importante riferibile al mercato estero (1,2 milioni nell’ultimo anno), è pronta a presentarsi ai big buyers internazionali con un progetto di ricerca che punta a rivoluzionare la sicurezza nell’industria alimentare.

Di fronte a casi mediatici come quelli della “mozzarella blu” che rischiano di danneggiare l’intero Made in Italy, la risposta di Latteria Soligo è ancora una volta l’investimento in innovazione, attraverso alleanze con i più importanti centri di ricerca. L’azienda sarà infatti la prima in Europa (assieme alla svedese “Santa Maria”, che produce tortillas) a sperimentare il progetto di ricerca Safetypack (www.safetypack-project.eu, Innovative non-intrusive laser gas sensor on food production for real time quality/safety in line control of food packaging), tecnologia laser che permetterà il monitoraggio dell’atmosfera interna e il controllo dell’integrità delle confezioni alimentari in tempo reale e sul 100% della produzione. Il progetto triennale, partito nel Novembre 2013, è co-finanziato dall’Unione Europea (quasi 3 milioni i fondi UE sugli oltre 4 di budget, reperiti nell’ambito Food Processing), è coordinato dal Dr.Luca Poletto dell’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del CNR e vede partnership internazionali tra aziende di diversi Paesi (Svezia, Norvegia, Danimarca, Islanda e Italia). “Grazie al sostegno di “t2i- Trasferimento Tecnologico e Innovazione”, società per l’innovazione partecipata dalle Camere di Commercio di Treviso e Rovigo, Latteria Soligo – spiega il vertice aziendale – potrà sperimentare questo innovativo sistema di controllo per garantire l’integrità e la qualità delle confezioni, per valorizzare al meglio i principi nutritivi del latte e la sicurezza del consumatore finale”.
L’installazione pilota sarà realizzata presso la linea di confezionamento di mozzarella per pizza dove un sensore spettroscopico a laser permetterà il monitoraggio dell’atmosfera interna e il controllo dell’integrità delle confezioni. Attualmente, in tutta la produzione in linea dell’industria alimentare si effettuano controlli a campione in laboratorio mentre la nuova tecnologia consentirà il controllo in tempo reale su tutta la produzione, con notevole beneficio per l’azienda, ma soprattutto con garanzia totale di sicurezza per il consumatore.

Condividi!

About Redazione