MOM, primo bus elettrico a Treviso inizia l’era a emissioni zero

IMG 0020 300x200 MOM, primo bus elettrico a Treviso inizia lera a emissioni zero

Treviso, 24 Marzo 2016 – MOM, Mobilità di Marca presenta oggi il suo primo bus elettrico che sarà in servizio sperimentale nel centro storico di Treviso a partire dal 26 Marzo prossimo. Si tratta del primo mezzo ad emissioni zero in circolazione nel servizio di trasporto pubblico del Veneto, un risultato che conferma Mobilità di Marca (nata nel 2013 dalla fusione di 4 aziende trasporto locale del Trevigiano) come una delle realtà del TPL regionale più dinamiche e innovative.

Il mezzo elettrico è particolarmente adatto ai percorsi in centro storico con i suoi 7,7 metri di lunghezza, tre porte, una capienza di 9 posti a sedere e 40 in piedi, può raggiungere la velocità massima di 62 km/h. Il bus, acquistato usato, consuma 1 kilowatt al km per una autonomia di 120-130 km a carica. È prodotto dall’azienda Carlo Rampini spa di Passignano sul Trasimeno (PG), oggi rappresentata a Treviso dal direttore marketing Giuseppe Lepore. Oltre mezzo secolo di storia, l’azienda è leader nella produzione di mezzi speciali, il suo mercato di riferimento è stato finora il Nord Europa, suoi sono infatti i mezzi elettrici in circolazione a Vienna.

Si tratta per noi non di un impegno simbolico, ma di un vero e proprio test – spiega il presidente MOM, Giulio Sartorabbiamo scelto la sperimentazione per 4 mesi di un mezzo su una delle linee urbane. Questa fase ci consentirà di testarne le prestazioni, in particolare per quanto riguarda l’autonomia, per verificare la possibilità di estenderne l’utilizzo su più linee. Vogliamo essere tecnicamente pronti perché nel 2016 contiamo di accedere a una linea di finanziamento del Bando FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) per inserire un primo gruppo di mezzi elettrici nel nostro servizio urbano”. Oltre a sostenere i costi gestionali, MOM investirà 120 euro al giorno per la fase sperimentale. Il mezzo elettrico sarà in servizio sulla LINEA 7 che attraversa il centro storico (e transita in Piazza dei Signori a Treviso), negli orari non di punta (dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18).

Grazie alla collaborazione con il Comune di Treviso, il mezzo sarà inoltre utilizzato per un servizio gratuito di navetta ogni sabato e domenica, dalle 14 alle 20 (dal 26 Marzo al 22 Maggio, compreso il 25 Aprile, mentre si fermerà a Pasqua e il 3 Aprile giorno del blocco del traffico). Per la giornata inaugurale di 26 Marzo la sosta al park Miani sarà gratis, sempre dalle 14 alle 20. Il servizio circolare collegherà i parcheggi della Cittadella delle Istituzioni (Appiani) e il Miani Park al centro storico (fermate piazza Vittoria, piazza Duomo) con una frequenza di 15 minuti circa. In questi giorni sono stati predisposti avvisi e orari alle fermate interessate. I costi di avviamento di questo nuovo servizio sono in parte coperti da contributo comunale.

Un servizio in più che, in collaborazione con Mom, intendiamo mettere a disposizione dei nostri cittadini – dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildoin città esistono già dei parcheggi che dobbiamo però incentivare mettendoli in collegamento diretto con il centro. Questo lo scopo del servizio gratuito che abbiamo pensato per i weekend, le giornate in cui la città, anche grazie alle tante occasioni culturali e agli eventi che offre, è sempre più viva“. “Avviamo questo servizio in collaborazione con Mom in via sperimentale, con l’obiettivo di offrire un migliore collegamento dei parcheggi con il centro cittadino – dichiara l’assessore Alessandra GazzolaFaremo poi una valutazione e se il servizio darà buoni risultati potremmo pensare di estenderlo anche ad altri giorni della settimana“.

La navetta elettrica sarà infine utilizzata anche per ChiamaMOM, un progetto innovativo sviluppato in collaborazione con un gruppo di studenti di Campus Treviso-Università Ca’ Foscari. Si tratta di un servizio a chiamata gestito attraverso una App, pensato per una utenza giovane, che consentirà il collegamento notturno tra il centro e i locali della periferia. MOM ha già avviato l’acquisto di hardware e software di gestione e prossimamente incontrerà i gestori di locali chiamati a sostenere il progetto attraverso forme di sponsorizzazione.

Ufficio stampa MOM – Zeta Group srl

Condividi!

About Redazione