Ascotrade, bollette scotate per ventimila alpini

IMG 9742 228x300 Ascotrade, bollette scotate per ventimila alpini

Accordo fatto tra Ascotrade e alpini Ana Vicenza

«Gli alpini rappresentano una componente sociale inscindibile dal territorio vicentino. La scelta di Ascotrade di sostenere l’Associazione, che nella provincia di Vicenza conta 20mila associati, rientra tra gli obiettivi dell’azienda, che nel corso del 2013 in tutto il Veneto ha stretto accordi e convenzioni  con numerose altre realtà legate al territorio».

Così il presidente di Ascotrade, Stefano Busolin, commenta la firma della convenzione che l’azienda trevigiana ha sottoscritto con l’Associazione Nazionale Alpini Vicenza, insieme alle altre società del Gruppo Ascopiave operanti nel vicentino, Etra Energia e Pasubio Servizi.

«La sezione offre così una concreta risposta alle richieste dei nostri soci meno abbienti e ai capigruppo che segnalano criticità. Inizia con questo primo accordo una campagna di sostegno economico ai nostri iscritti. E’ il primo passo al quale speriamo ne possano seguire altri con altre aziende che offrano servizi. L’obiettivo è dimostrare di essere vicini ai nostri soci in questo difficile momento di crisi economica. Aspettiamo perciò che altre realtà si facciano avanti nell’interesse degli alpini vicentini » commenta il presidente sezionale Luciano Cherobin.

Tale convenzione,  valida fino al 31 marzo 2014, va a beneficio di tutta la struttura associativa. Ai ventimila associati e alle varie sedi sparse nel territorio, infatti, viene data la possibilità di sottoscrivere nel mercato libero contratti di fornitura combinata di gas naturale ed energia elettrica a tariffe vantaggiose, secondo la formula “Forza Doppia Casa”: l’offerta, riservata proprio alle associazioni, prevede uno sconto nelle bollette del 5% sul prezzo dell’energia (PE) fissato dall’Autorità e un corrispettivo fisso a consumo per il gas naturale.

Inoltre, per quei soci di ANA VI (lavoratori dipendenti e pensionati) che dichiarino presso i CAAF autorizzati di CGIL, CISL e UIL un reddito ISEE inferiore ai 20000 euro nel 2012, vi è la possibilità di usufruire di uno sconto di 10 eurocent per ogni standard metro cubo di gas (Smc) relativamente ai consumi del 2013, così come previsto dall’accordo in vigore tra Ascotrade e le sigle sindacali CGIL-CISL e UIL.

«I nostri competitor nazionali assediano i cittadini con campagne pubblicitarie martellanti e politiche commerciali invadenti – afferma Stefano Busolin – noi, invece, diamo valore alle nostre radici e ci presentiamo con strategie che portano benefici concreti al territorio. Voglio ricordare, ad esempio, come Ascotrade si sia mobilitata in seguito alle alluvioni che tre anni fa colpirono il vicentino, versando 250 mila euro sul conto corrente “pro alluvionati” della Regione Veneto e soprattutto rimborsando alle famiglie e alle aziende danneggiate dalla calamità i consumi di gas sostenuti nella stagione invernale 2010-2011».

«Con questo nuovo accordo – prosegue Busolin – mettiamo a frutto una sinergia virtuosa tra aziende che nella provincia di Vicenza vantano già una solida base, quantificabile in oltre 100 mila clienti. Negli ultimi due anni Ascotrade ha sviluppato proficuamente la sua attività commerciale nel vicentino. Continueremo a valorizzare la nostra presenza in questo territorio ed entro fine anno, in particolare, apriremo un nuovo ufficio commerciale nel centro storico del capoluogo vicentino e rinnoveremo quello di Sandrigo. Operazioni che rientrano nella strategia più ampia di potenziamento e restyling della rete degli uffici commerciali, vero fiore all’occhiello del nostro servizio di post vendita».

Condividi!

About Redazione