Vertenza ACC Compressors, Ascotrade in soccorso dei lavoratori bellunesi

ascotradelogo 300x196 Vertenza ACC Compressors, Ascotrade in soccorso dei lavoratori bellunesi

Il consiglio di amministrazione di Ascotrade, azienda trevigiana di fornitura di servizi energetici, proroga fino al 31 dicembre il contratto di fornitura di gas con lo stabilimento di Mel. Il presidente di Ascotrade, Stefano Busolin: «Abbiamo scelto per il bene delle famiglie»

«Ringrazio il consiglio di amministrazione per aver risposto positivamente». Esordisce così il Presidente di Ascotrade, Stefano Busolin, dopo aver incassato l’appoggio del consiglio di amministrazione alla sua richiesta di trovare una soluzione positiva alla questione ACC.

Ascotrade è fornitore storico di gas per lo stabilimento di Mel, che da alcuni mesi, come noto, sta lottando contro il rischio della chiusura definitiva. Un rischio scongiurato grazie anche all’appoggio di Ascotrade, che quest’oggi in sede di consiglio di amministrazione ha ratificato la proroga della fornitura di gas fino al 31 dicembre 2013, di fatto garantendo la ripresa della produzione e quindi dando fiducia  in attesa del piano di ristrutturazione aziendale.

«Abbiamo fatto la nostra parte – spiega il presidente Busolin – ho chiamato personalmente il commissario Castro invitandolo ad un incontro in azienda per cercare di trovare una via che fosse sostenibile per entrambi. Abbiamo dimostrato ancora una volta che Ascotrade è un’azienda sensibile alle difficoltà del territorio anche fuori dai confini provinciali storici. Tre anni fa siamo intervenuti in occasione dell’alluvione in provincia di Vicenza mettendo a disposizione risorse importanti. Oggi abbiamo fatto la nostra parte per salvare il lavoro a 620 famiglie e aiutare complessivamente circa 2500, se si considera l’indotto. Abbiamo voluto compiere un gesto concreto di vicinanza a un territorio che ha già perso molti posti di lavoro a causa della crisi».

«Ringrazio Ascotrade per la sensibilità sociale mostrata in questa iniziativa», è il commento del commissario Maurizio Castro. «Il superamento della crisi del manifatturiero veneto passa attraverso una prospettiva comunitaria, che coinvolga tutti i soggetti coinvolti, compresi i fornitori. E certamente questa alleanza virtuosa con un’azienda di servizi come Ascotrade può rappresentare il primo passo per la definizione di un metodo».

 

Condividi!

About Redazione